lunedì 23 aprile 2012

N.O.I. - Nuova Officina Italiana

Il 2 Giugno 1946 il Popolo italiano si espresse, con un referendum, per la forma repubblica dello Stato. L'articolo 1 della costituzione sancì sia i caratteri democratici (di elettività e temporaneità delle cariche pubbliche di governo) della Repubblica, sia il fondamento etico principale del patto di cittadinanza e che venne individuato nel lavoro, il cui richiamo fu esplicitamente richiesto da Aldo Moro.
Il 9 Maggio 1978, insieme a Peppino Impastato, Aldo Moro veniva assassinato. 
NOI pensiamo che fu proprio in quella data che cominciò l'operazione di annichilimento del Patto di Cittadinanza fra gli italiani così come era stato disposto nell'articolo 1 della Costituzione Italiana. Una serie di riforme di cittadinanza che avevano attraversato tutti gli anni '70 (diritto all'assistenza sanitaria pubblica in caso di aborto volontario, nuovo diritto della famiglia, statuto dei lavoratori, legge sull'annullamento degli effetti civili del matrimonio, Servizio Sanitario nazionale, ecc), saranno  rimesse in discussione o diventeranno oggetto di messa in discussione. Non siamo qui a ricordare le innumerevoli riforme sanitarie da allora intervenute, nè quelle sul diritto del lavoro, ecc.


In 34 anni ogni fondamentale diritto di cittadinanza degli italiani è stato rimesso in discussione. E con esso, ogni possibilità reale per il Paese di crescere e continuare a riformare quel patto che fu sancito nell'articolo 1 della Costituzione. 
NOI pensiamo che inserire il lavoro come unico principio fondativo del patto di cittadinanza degli italiani sia stato efficacissimo nell'indicare, appunto, il senso della fatica umana che è riposta nell'afferrare il futuro e nel volgere dell'opera - pratica ed intellettuale - dell'uomo nella trasformazione realtà. Il lavoro è ciò che consente all'uomo di progredire e migliorare, di sviluppare conoscenze  e tecnologie, ingegno ed imprenditoria, innovazione e miglioramento delle condizioni umane, realizzazione dell'opera ed identità personale, pratica permanente delle relazioni collettive di realizzazione - giuridiche economiche e sociali.
Il lavoro è ciò che unisce. Ecco perchè questo Valore fu eletto a principio fondativo del Patto di Cittadinanza della Repubblica Italiana.
N.O.I. - Nuova Officina Italiana vuol essere un laboratorio dove si possa scrivere di energia, identità, alimentazione, cittadinanza, tecnologia, benessere sociale, partecipazione democratica, economia... lavoro.
Nuova Officina Italiana vuol essere il luogo produttivo, la fucina, dove si possa riscrivere questo Patto di Cittadinanza, con la critica e con la proposta di tutti coloro che vorranno impegnarsi fattivamente a realizzarlo.

2 commenti:

TEK ha detto...

Bella NOI...FINALMENTE!

Giuliet ha detto...

N.o.i. c'è e noi ci siamo.
Bisogna lavorare.
pronti a farlo